Bari, arriva “reddito di cantiere”: 400 euro al mese per lavorare in cooperative

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2014 18:50 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2014 18:51
Bari, arriva "reddito di cantiere": 400 euro al mese per lavorare in cooperative

Bari, arriva “reddito di cantiere”: 400 euro al mese per lavorare in cooperative

BARI – Bari diventerà città sperimentale per il reddito di cantiere (questo il nuovo nome che ha sostituito il ‘reddito di cittadinanza’) in accordo con la Regione. Grazie a questa intesa, verranno scelte delle persone già note ai servizi sociali e in estrema situazione di povertà che dovranno fornire delle ore di lavoro, in alcune cooperative e associazioni, in cambio di 400 euro al mese per un anno.

“E’ stato approvato – ha spiegato ai giornalisti il sindaco Antonio Decaro – lo stanziamento dei primi 400 mila euro per il 2014 e c’è un impegno di spesa per il 2015. I fondi sono del Comune, della Regione Puglia e dell’Ue. Voglio puntualizzare che non è una forma di assistenzialismo. Non vogliamo creare nuovi Lsu, ma inserire i cittadini senza lavoro in cooperative innovative”. Il sindaco ha illustrato l’iniziativa facendo un resoconto dei primi 50 giorni dal suo insediamento.