Bari, consigliera Irma Melini insultata: perizia calligrafica per quattro consiglieri

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 novembre 2017 12:18 | Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2017 12:18
Bari-Irma-Melini

Irma Melini

BARI – Alla fine si sono sottoposti al ‘saggio grafico‘ i primi quattro consiglieri comunali di Bari convocati dalla Procura nell’ambito dell’indagine sul caso della consigliera comunale di Bari Irma Melini, destinataria di un insulto, “Irma Tr***”, scritto in forma anonima su una scheda di voto durante uno scrutinio segreto nella seduta del Consiglio comunale del 14 novembre scorso.

Il presidente del Consiglio comunale, Pasquale Di Rella, ha soltanto ritirato la convocazione fissata per venerdì, mentre altri quattro consiglieri, compresa la destinataria dell’offesa, si sono già sottoposti alla prova. Hanno scritto nomi e frasi su diversi fogli, alla presenza dei carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria della Procura e di una esperta grafologa nominata dal pm.

Nell’inchiesta, al momento a carico di ignoti, si ipotizza il reato di diffamazione aggravata per quella scritta ai danni della consigliera di 38 anni eletta con Forza Italia e poi confluita nel gruppo misto.

Tutti i 23 consiglieri comunali che hanno partecipato a quella votazione sono stati convocati in via Nazariantz ma non sono obbligati a sottoporsi al saggio grafico. Fino ad ora nessuno si è rifiutato. Le prove proseguiranno nei prossimi giorni e nelle settimane successive la grafologa procederà all’analisi comparativa con la scheda incriminata per identificarne l’autore. In un primo momento i consiglieri si erano rifiutati di sottoporsi alla perizia calligrafica.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other