Ru486: in ferie l’unico medico non obiettore, a Bari non si può abortire

Pubblicato il 15 luglio 2010 11:50 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 11:50

Il dottore si concede le meritate ferie e a Bari non si può più abortire.  Quello appena andato in ferie, infatti, è l’unico medico ginecologo non obiettore del Policlinico di Bari ed e’ il responsabile del servizio che per primo in Italia, dopo quattro anni di sperimentazione, lo scorso aprile ha avviato in Puglia la somministrazione ordinaria della pillola abortiva RU486.

Da venerdì 16 luglio, però, il dottor  Nicola Blasi andrà in ferie e per tutta la durata delle sue vacanze anche il servizio da lui diretto chiudera’ per assenza di ginecologi non obiettori che sostituiscano il medico. La notizia e’ riportata dall’edizione barese del Corriere del Mezzogiorno secondo cui, con le ferie di Blasi, il Policlinico disattiverà temporaneamente anche il numero verde che forniva informazioni e la possibilità di prenotare visite alle donne interessate all’interruzione di gravidanza farmacologica.

Nei mesi in cui è stata attivata la somministrazione della pillola abortiva a Bari, Blasi ha assistito 50 donne. Sono 196, invece, le donne che hanno fatto ricorso all’aborto farmacologico nei quattro anni di sperimentazione.