Coronavirus a Bari, infermiera dell’ospedale positiva: chiuso reparto e pazienti trasferiti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2020 13:12 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2020 13:12
Bari infermiera positiva covid-19 all'ospedale di Venere: chiuso reparto

Bari infermiera positiva covid-19 all’ospedale di Venere: chiuso reparto (Foto archivio ANSA)

BARI – Una infermiera dell’ospedale Di Venere a Bari è risultata positiva al coronavirus e il reparto in cui lavora è stato chiuso per la sanificazione.

La donna è asintomatica e ha continuato a lavorare nel reparto inconsapevole di aver contratto il covid-19.

La positività al tampone è arrivata durante un controllo di routine, che si sta svolgendo negli ospedali in Puglia.

Dopo la notizia, l’ospedale di Bari ha immediatamente disposto la chiusura del reparto di Medicina in cui l’infermiera positiva lavora.

L’autorità sanitaria ha disposto il trasferimento di tutti i pazienti del reparto per permettere la sanificazione e saranno sottoposti al test per il covid-19.

Inoltre, il tampone è stato disposto per tutto il personale sanitario che potrebbe essere entrato in contatto con l’infermiera.

Al momento, segnala l’ANSA, i test sul personale avrebbero dato risultato negativo.

Focolai di coronavirus negli ospedali: il caso di Roma

Il timore ora è che anche nella struttura di Bari possa scatenarsi un nuovo focolaio di coronavirus, come accaduto nell’ospedale San Raffaele di Roma. 

La struttura della Capitale è zona rossa da sabato 6 giugno e al momento il bilancio è di 37 positivi e un morto. 

Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio, rassicura la popolazione.

“Il focolaio è circoscritto e l’ipotesi maggiormente accreditata circa il caso indice è riferita ad alcuni operatori”, ha detto.

L’assessore spiega che si attendono ancora le conclusioni dell’audit.

Intanto però sottolinea che “la gestione del focolaio è stata tempestiva e al momento è sotto controllo, ma non dobbiamo abbassare la guardia”. (Fonte: ANSA)