Bari, cento lavoratori in nero per lo spettacolo di Fiorello: sanzioni per 5 agenzie di servizi

Pubblicato il 20 Novembre 2010 12:19 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2010 12:24

Cinque agenzie di servizi utilizzate per l’allestimento a Bari lo scorso settembre di uno spettacolo di Fiorello sono state sanzionate per avere impiegato 116 lavoratori in nero. Le sanzioni arrivano sino a 12.000 euro ciascuna. La guardia di finanza ha impiegato circa due mesi per ricostruire la vicenda.

Tutto nasce da una nuova normativa, la legge del gennaio del 2010, che riguarda la redazione di contratti di collaborazione occasionale accessoria per i lavoratori di giovane età in occasione di fiere e spettacoli. La norma prevede che ci sia un pagamento preventivo dei contributi e della quota assicurativa attraverso dei voucher distribuiti dall’Ufficio provinciale del lavoro o dall’Inps Ragazzi che per quella serata hanno incassato dai 50 ai 400 euro. Somme pagate in contanti.

Durante lo spettacolo, che si è tenuto nell’Arena della Vittoria, i militari hanno avvicinato i lavoratori identificandoli e sottoponendo loro un questionario che è stato poi messo a confronto con quanto riferito dai titolari delle agenzie. Queste hanno detto di essere al corrente della nuova normativa, ma che la difficile reperibilità dei voucher li aveva costretti al pagamento delle prestazioni dei lavoratori in contanti.