Cronaca Italia

Bari a Pane e pomodoro: la spiaggia chiude dopo la pioggia…per liquami

Se piove troppo a Bari niente “Pane e Pomodoro”. Nel 2010, come nel 1998, la spiaggia è costretta a chiudere causa liquami di fogna. La colpa è della condotta Matteotti, scrive la Gazzetta del Mezzogiorno, che “si sfoga e a Pane e Pomodoro spunta di tutto, comprese le transenne che servono più che altro a sconsigliare il bagno immersi tra i colibatteri o le carcasse dei topi”. Il risultato è che i resti vanno tutti in mare.

Il mare cittadino made in Bari insomma soffre il maltempo e la spiaggia di «Pan’e Pemedòre» il degrado della fogna. «Il sistema fognario dei quartieri storici, la cui proprietà è del Comune, è tra i più datati d’Italia, realizzato quando appunto in un’unica condotta scorrevano fogna bianca e fogna nera. Anche intervenire sul “tronco” Matteotti sarebbe inutile. È quanto c’è “dietro” quella condotta che andrebbe rifatto con investimenti per centinaia di milioni di euro. Soldi che, ovviamente, non ci sono», spiegano dall’Acquedotto pugliese.

Se la questione però sembra essere vecchia di trent’anni, da fine anni ’80 secondo la Gazzetta, e nel 2006 il sindaco Michele Emiliano ha stabilito che «il divieto di balneazione non venga più disposto all’esito delle analisi delle acque da parte dell’Arpa, ma, a titolo cautelativo, immediatamente dopo ogni sversamento», il problema è ancora lo stesso: l’area adesso è balneabile o no?

To Top