Bari. Stalker “recidivo”; arrestato: molestava le sue ex compagne

Pubblicato il 8 Febbraio 2012 14:29 | Ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2012 15:03

BARI – Uno stalker 'recidivo' e' stato arrestato a Corato dalla polizia dopo l'ennesima minaccia di morte nei confronti di una donna che, per sfuggire alla sua violenza, tempo fa era stata costretta addirittura a trasferirsi in una città del Nord Italia.

Gli uomini del commissariato di polizia di Corato, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Trani, hanno arrestato Antonio Campese, di 33 anni, di Corato, accusato di stalking e lesioni.

L'uomo era gia' stato arrestato qualche tempo fa perche', dopo aver costretto la sua compagna a fuggire al Nord, aveva cominciato una relazione con una donna russa, che ugualmente tormentava con minacce e atti violenti e persecutori. Nonostante l'arresto di Campese, anche la donna russa, per evitare lo stalking, era stata costretta a tornare in patria, portando con se' il figlio minore nato dalla relazione con Campese.

Dopo la partenza della sua compagna russa, lo 'stalker recidivo' ha ripreso a tormentare e minacciare anche di morte la sua ex che, dopo alcuni anni, aveva fatto rientro a Corato, sicura che Campese l'avesse dimenticata. L'uomo e' stato ora nuovamente arrestato e chiuso nel carcere di Trani.