Bari, tentano di rubare la merce ad immigrato e lo massacrano di botte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 luglio 2015 6:30 | Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2015 1:44
Bari, tentano di rubare la merce ad immigrato e lo massacrano di botte

(Foto d’archivio)

BARI – Tentano di rubargli la merce e poi lo massacrano di botte in mezzo alla piazza, interrotti solo dall’intervento dei passanti. E’ successo sul lungomare di Bari, come racconta Silvia Dipinto su Repubblica. Proprio il giorno dopo la brutale aggressione ad un altro immigrato sulla spiaggia di Torre Chianca, in Salento. 

Sì, perché anche nel caso di Bari la violenza si è rivolta contro un giovane immigrato di diciannove anni. Scrive Silvia Dipinto su Repubblica:

“E’ largo Adua, nel quartiere Madonnella, la piazza in cui si consuma l’aggressione, ai danni di un giovane migrante. A ventiquattr’ore di distanza dal brutale episodio avvenuto a Torre Chianca, in Salento, dove due uomini hanno pestato un minorenne immigrato sulla spiaggia, tenendo poi a lungo la sua testa sott’acqua nel tentativo di affogarlo, fra l’indifferenza dei bagnanti. Il ragazzo – raccontano i testimoni – stava attraversando la piazza quando è stato avvicinato da tre baresi.

La discussione sarebbe nata dal tentativo dei tre di portargli via della merce, senza pagarla. Il ragazzo (che attraversa la città vendendo braccialetti e collanine) si sarebbe opposto, scatenando la violenza cieca. Calci e pugni in faccia, interrotti solo dall’intervento dei presenti, che come Giorgia hanno cacciato gli aggressori e chiamato polizia e 118.

“Se non l’avessimo fatto, lo avrebbero massacrato”, assicurano i presenti. Il giovane migrante è stato trasportato al pronto soccorso del Policlinico di Bari, ma ha rifiutato le visite mediche, forse per timore di avere problemi coi documenti”.