Bari, accusati di voler uccidere zii e cugino: arrestati nipote e presunto sicario

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 marzo 2018 16:23 | Ultimo aggiornamento: 7 marzo 2018 17:11
Bari, accusati di voler uccidere zii e cugino: arrestati nipote e presunto sicario

Bari, accusati di voler uccidere zii e cugino: arrestati nipote e presunto sicario

BARI – Due persone sono state arrestate ad Altamura con l’accusa di aver tentato di uccidere zii e cugino. Massimiliano Colonna, 34 anni, e Francesco Ritoli, 41 anni, nipote e presunto sicario, sono stati portati in carcere. Secondo le accuse, lo scorso 9 dicembre avrebbero ferito alla gamba lo zio di Colonna che si trovava agli arresti domiciliari.

Stando alle indagini dei carabinieri, coordinate dal pm Grazia Errede, i due si erano presentati a casa di Michele Colonna, zio di Massimiliano, che stava espiando una condanna definitiva per ricettazione agli arresti domiciliari. Dopo averlo sorpreso nel cortile, avrebbero eseguito l’agguato con una pistola cal.7.65, sparando ad altezza uomo e a distanza ravvicinata tre proiettili, dei quali uno ha raggiunto la gamba sinistra della vittima procurandogli una frattura.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che anche il figlio e la moglie della vittima, dopo aver sentito i colpi d’arma da fuoco ed essere usciti dall’abitazione per verificare cosa stesse succedendo, sarebbero stati fatti bersaglio dell’agguato, poi non riuscito solo perché la pistola si era inceppata. L’identificazione degli autori è stata possibile grazie alle dichiarazioni della vittima e ad indagini tecniche.

Michele Colonna ha subito riconosciuto Ritoli, che era a volto scoperto, e anche il nipote Massimiliano il quale, pur essendosi presentato a viso coperto, sarebbe stato riconosciuto per le caratteristiche fisiche e dal timbro vocale, mentre incitava l’altro a sparare. I due sono finiti oggi in carcere con le accuse di di tentato omicidio e porto abusivo d’arma da fuoco.