Basilicata, violenza di gruppo su due ragazzine inglesi durante una festa in villa

di Daniela Lauria
Pubblicato il 10 Settembre 2020 14:08 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2020 8:37
Basilicata, violenza di gruppo su due ragazzine inglesi durante festa in villa

Basilicata, violenza di gruppo su due ragazzine inglesi durante una festa in villa

Ragazzine inglesi stuprate dal branco in Basilicata. La denuncia

C’è un’indagine della procura di Matera, su una presunta violenza di gruppo denunciata nei confronti di due minorenni inglesi durante una festa in villa alla periferia di Marconia di Pisticci (in Basilicata). L’episodio risale alla notte fra domenica e lunedì scorsi. 

Indagini sono in corso da parte della Polizia per identificare i responsabili della presunta violenza sessuale subita dalle due ragazzine nella notte tra il 7 e l’8 settembre scorso.

Sull’episodio – riportato stamani dai giornali lucani – stanno indagando gli agenti della Questura di Matera. Le indagini – secondo quanto si è appreso – sono cominciate dopo la denuncia presentata dalle due ragazze: la Polizia ha poi ascoltato diverse persone. 

Le vittime sono cittadine inglesi, in vacanza in Basilicata. Secondo quanto si è appreso, a Pisticci vivono alcuni parenti di una delle ragazze, la cui famiglia, di origine lucana, partì per l’Inghilterra diversi anni fa. L’altra ragazza è una sua amica.

Violenza di gruppo in Basilicata: la telefonata al 118

La telefonata al 118 è arrivata proprio da una di loro, che da casa chiedeva aiuto ai sanitari per le lesioni riportate. Di qui il ricovero all’ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera, da dove i sanitari hanno immediatamente lanciato l’allarme in questura.

Al momento non è ancora stata clinicamente accertata la violenza sessuale di gruppo, essendo stati effettuati dei tamponi di cui si attendono gli esiti. Chiari, però, sembrerebbero essere i segni sul corpo delle due ragazze, della violenza subita.

Le due ragazze, secondo indiscrezioni di paese riportate dal Quotidiano del Sud, sarebbero state adescate nella piazza di Marconia, forse da persone più adulte che le hanno invitate ad una innocua festa di compleanno.

Non sapevano, forse, di ritrovarsi in un festino a base di droghe e alcol, dove la violenza del branco si sarebbe scatenata. (Fonte: Ansa).