“Bastardi islamici”, Vittorio Feltri: Li chiamiamo discoli?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2015 0:01 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2015 0:03
"Bastardi islamici", Vittorio Feltri: Li chiamiamo discoli?

“Bastardi islamici”, Vittorio Feltri: Li chiamiamo discoli?

ROMA – Il titolo di Libero Bastardi islamici? “E come vogliamo chiamarli, discoli o birichini? Non credo sia esagerato definire bastardi i terroris

ti che hanno compiuto una strage come quella di Parigi”. La pensa così Vittorio Feltri, intervenuto giovedì pomeriggio al programma di Rai Radio2 Un Giorno da Pecora, condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

“Bisogna leggere oltre il significato delle parole – spiega Feltri – bastardi è un termine che si riferiva a tutti i terroristi, non a tutti gli islamici. Il titolo si riferiva al fatto che i terroristi che hanno colpito in Francia non sono dei frati trappisti o degli scout ma degli islamici”.

Quindi Geppi Cucciari ha chiesto se, nel caso in cui terroristi italiani dovessero fare un attentato, farebbe il titolo Bastardi cristiani. E Feltri ha risposto: “Se ci fossero dei terroristi cristiani che vanno in un Paese a compiere degli attentati, perchè non definirli cristiani? Se lo facessero si potrebbe fare, ma non lo fanno, quindi non possiamo definire i cristiani terroristi. Mentre quelli a Parigi, guarda caso, sono islamici, o islamisti”.