Belluno, incendio nell’Agordino. Il sindaco: “Restate chiusi in casa”. Due ragazzi bloccati dalle fiamme

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 ottobre 2018 18:18 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 18:24
Belluno, incendio nell'Agordino. Il sindaco: "Restate chiusi in casa" (foto Ansa)

Belluno, incendio nell’Agordino. Il sindaco: “Restate chiusi in casa” (foto Ansa)

BELLUNO – Un appello agli abitanti di Taibon Agordino a restare chiusi in casa è stato lanciato dal sindaco a causa di vasto incendio che sta interessando dal pomeriggio di oggi, mercoledì 24 ottobre, una vasta porzione della provincia di Belluno.

A causare l’incendio, secondo le parole dell’assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin, potrebbe essere un albero caduto sui fili dell’alta tensione. In una riunione in Prefettura si sta valutando l’eventuale evacuazione di alcune case, tenendo conto che le fiamme solo alimentate dal forte vento.

Due ragazzi sono bloccati nella valle di San Lucano, nell’Agordino. I due – informa il Soccorso Alpino – si trovano a circa 1.650 metri di quota nel Canale della Besausega. In contatto telefonico con i soccorritori, sono stati guidati in una zona rocciosa lontana dalle fiamme. Al momento il Soccorso alpino di Agordo e i Vigili del fuoco, data l’impossibilità per i mezzi aerei di intervenire, stanno valutando le possibilità di avvicinamento a piedi.

Anche Luxottica, per colpa di un black-out, ha dovuto fermare la produzione per qualche minuto.

Le fiamme hanno un fronte di quasi un chilometro. Secondo quanto verificato dai Vigili del fuoco, l’incendio sta ‘salendo’ verso la vetta del monte, spinto dal forte vento, e potrebbe così risparmiare le case di Taibon. Il problema più grosso al momento è il fumo. Sul posto operano 40 unità dei Vigili del fuoco, tra volontari e permanenti, eventualmente per far fronte a un’evacuazione dalle abitazioni.

IN AGGIORNAMENTO