Belluno, Manuela Sittoni precipita in un dirupo in montagna e muore

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 gennaio 2014 19:53 | Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2014 19:54
Manuela Sittoni e il compagno

Manuela Sittoni e il compagno

BELLUNO – Manuela Sittoni è morta dopo una caduta di un centinaio di metri. Un incidente in montagna per questa donna bellunese di 46 anni, infermiera all’ospedale di Pieve, madre di due figlie, residente a Campolongo.

Manuela è precipitata in un canalone mentre, verso le 17 di sabato 25 gennaio, rientrava da una ricognizione alle cascate di ghiaccio in località Ciudera sul monte Col. Non era sola, era con il compagno Rolando De Zolt, 49 anni. I due erano saliti per recuperare del materiale, rimasto sepolto sotto la neve, che sarebbe servito per attrezzare la parete di ghiaccio.

Anche l’uomo è caduto, per una trentina di metri, è rimasto gravemente ferito ma non è in pericolo di vita.

«Mi sono calato nel canalone – spiega Gino De Zolt, fratello di Rolando e tra i soccorritori – e ho visto subito il corpo della donna. Poco più sotto ho visto la pila di mio fratello che si muoveva. L’ho raggiunto e lui ha voluto sapere subito di Manuela».