Belluno, Roberto Faneo ucciso dall’influenza in 20 giorni

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 25 febbraio 2019 18:03 | Ultimo aggiornamento: 25 febbraio 2019 18:03
roberto faneo

Belluno, Roberto Faneo ucciso dall’influenza in 20 giorni

BELLUNO – Morto per una polmonite, complicanza insorta dopo l’influenza. E’ morto così, ieri notte, all’ospedale di Belluno, dove era ricoverato, Roberto Faneo, 65 anni, imprenditore e ex giocatore di rugby, oltre che presidente e sponsor dell’Asd Rugby Belluno Antico Cadore.

La notizia della morte di un uomo conosciuto sia nel mondo sportivo e imprenditoriale della provincia si è diffusa subito in città e sui social. Faneo, che godeva di ottima salute, se ne è andato in una ventina giorni per un virus misterioso che si è esteso ai polmoni facendoli collassare.

Ieri notte, 24 febbraio, alle 2 di notte si è spento, gettando nel dolore tutti gli amici sportivi che lo avevano conosciuto e amato e che lo hanno salutato così: “Un rugbista non muore, al massimo passa la palla”.

Fonte: Il Gazzettino