Benevento, Mastella perde la guerra del panino: ok al cibo portato da casa a scuola

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 settembre 2018 13:26 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2018 13:26
Benevento, Mastella perde la guerra del panino: ok al cibo portato da casa a scuola

Benevento, Mastella perde la guerra del panino: ok al cibo portato da casa a scuola

ROMA – Clemente Mastella perde la guerra del ‘panino libero’ a scuola: [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]
dopo il Tar, anche il Consiglio di Stato infatti dà ragione ai genitori che avevano fatto ricorso contro il regolamento con cui il Comune di Benevento, guidato da Mastella, imponeva vietava il consumo a scuola di cibi portati da casa e imponeva la mensa pubblica nelle scuole della città.

E’ la prima volta che i supremi giudici amministrativi si esprimono sulla libertà di portare il pasto da casa nelle scuole pubbliche. La sentenza del Consiglio di Stato riguarda il ricorso in appello proposto dal Comune di Benevento, in seguito alla sentenza del Tar della Campania che il 13 marzo scorso aveva annullato il regolamento voluto dalla giunta comunale.

Per i giudici i genitori hanno fatto bene a ricorrere contro la sentenza del Tar perché è stata violata la loro libertà individuale, e cioè quella di nutrire come meglio credono i propri figli. Il Consiglio di Stato, rispetto alle preoccupazioni igienico-sanitarie e di corretta alimentazione del regolamento comunale, fa notare la contraddizione per cui da una parte si vieta il pranzo preparato da mamma ma dall’altra si ammette la merendina, sempre portata da casa. “Irragionevole e sproporzionato” viene definito il regolamento.

5 x 1000