Bengalese aggredisce poliziotto con una spranga: arrestato a Palermo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2020 10:36 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2020 10:36
Bengalese aggredisce poliziotto con una spranga: arrestato a Palermo

Bengalese aggredisce poliziotto con una spranga: arrestato a Palermo (Foto Ansa)

Un cittadino bengalese chiede di essere rimpatriato. Poi con una spranga aggredisce un poliziotto, ferendolo a un braccio e mandandolo in ospedale.

A Palermo un cittadino bengalese aggredisce un poliziotto con una spranga. L’uomo prima si è presentato con una spranga in mano al commissariato di polizia giudiziaria in via Lo Forte. Poi si è avvicinato a un poliziotto e lo ha aggredito.

L’uomo del Bangladesh, urlando, chiedeva di essere rimpatriato nella sua città di provenienza. Prima ha danneggiato la porta del commissariato con la spranga, poi, quando un poliziotto gli ha chiesto se avesse bisogno di aiuto, ha reagito violentemente. Il bengalese infatti aggredisce il poliziotto ferendolo a un braccio poi comincia a urlare chiedendo di essere rimpatriato in Bangladesh.

Gli agenti sono riusciti a bloccarlo e l’hanno condotto in questura per identificarlo. L’agente ferito è stato portato in ospedale.

Il commento del sindacato poliziotti

“Troppo spesso i colleghi sono bersaglio di facinorosi e delinquenti che hanno il solo obiettivo di scagliarsi contro chi rappresenta lo Stato e tutela la collettività. Le continue aggressioni cui sono sottoposte le forze dell’ordine impongono una riflessione da parte della politica che ha l’obbligo di prendere una posizione netta e chiara, condannando tali atteggiamenti e pretendendo pene esemplari”. Così Giovanni Assenzio, segretario generale provinciale Usip Palermo, che esprime solidarietà all’agente della sezione di Pg della polizia.

Il sindacato chiede “che vengano emanate regole d’ingaggio garantite rispetto ai vari scenari operativi che si presentano e certezza della pena”. (Fonte Il Giornale).