Benzina, i sindacati protestano: “Impianti chiusi dal 5 al 7 ottobre”

Pubblicato il 12 luglio 2010 11:25 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 14:24

Chiusura di tutti gli impianti di rifornimento di carburanti, sia sulle strade ordinarie che sulla rete autostradale, per tre giorni consecutivi, dal 5 al 7 ottobre prossimo. Lo hanno deciso i gruppi dirigenti delle organizzazioni di categoria dei gestori, Faib, Fegica e Figisc.

In una nota congiunta le tre sigle spiegano che ”si tratta della inevitabile risposta al gravissimo deterioramento della situazione in cui versano le piccole e medie imprese dei gestori, diretta conseguenza – assai più che della generalizzata crisi economica e della contrazione dei consumi – dell’effetto combinato da un lato della inadeguatezza delle misure per il settore che il Governo insiste a rinnovare e sostenere e dall’altro delle politiche dell’industria petrolifera che, in un contesto sempre più incerto e privo di prospettive, moltiplica comportamenti e iniziative tese a scaricare sempre maggiormente sui gestori i devastanti costi delle contraddizioni del sistema”.

Ulteriori iniziative sindacali, anche articolate a livello territoriale, ”sono previste nell’ambito dello stato di mobilitazione collettiva della categoria – conclude la nota – che verrà posto in essere sin dalle prossime settimane e che culminerà nella manifestazione nazionale dei gestori a Roma, il 5 ottobre, in coincidenza con primo giorno di chiusura degli impianti, salvo che ulteriori accelerazioni all’aggravamento della situazione non ne richieda l’anticipazione anche in coincidenza con i mesi estivi”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other