Beppe Grillo e lo “ius soli senza senso”: bufera sul suo blog

Pubblicato il 25 Gennaio 2012 10:31 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2012 10:37

Beppe Grillo (Lapresse)

ROMA – “La cittadinanza ai minori stranieri è senza senso?”, ha tuonato Beppe Grillo. “Senza senso sono le tue parole”, gli hanno risposto in tanti sul blog, le critiche online sono fioccate come ricorda anche Federico Mello sulFatto quotidiano.

La nuova provocazione del comico genovese questa volta si è ritorta contro di lui contestato da molti proprio sul suo blog. Una rivolta in piena regola con accuse pesanti: ”Razzista, fascista”; e con l’invito a fare le valigie. E’ accaduto che Grillo se ne sia uscito, a sorpresa, sul suo Blog, bocciando lo ‘ius soli’ per i figli degli immigrati: La cittadinanza – ha detto – ”è senza senso”. ”O meglio – ha argomentato – un senso lo ha. Distrarre gli italiani dai problemi reali per trasformarli in tifosi. Da una parte i buonisti della sinistra senza se e senza ma che lasciano agli italiani gli oneri dei loro deliri. Dall’altra i leghisti e i movimenti xenofobi che crescono nei consensi per paura della ‘liberalizzazione’ delle nascite”.

”Ma stiamo scherzando? – ha ribattuto subito Andrea C. da Milano – il M5S non è e non sarà mai un covo di FASCISTI e RAZZISTI. Chi ha scritto questo messaggio dovrebbe chiedere scusa ed andarsene dal movimento …”. ”Più tempo passa piu’ deludi – gli ha fatto eco Giacomo Piromalli da Roma -, è un peccato perché non so chi votare e tu ti stai sforzando di dimostrare che il movimento a 5 stelle non puo essere un’alternativa valida se dietro c’è uno che ne muove le fila che scrive queste cose. Se non vuoi affossare il movimento 5 stelle con queste cose astieniti o tirati fuori dal movimento che hai fatto nascere”.

”Beppe ma come fai a dire cose del genere? sicuramente non è una necessità per il paese…ma ci sono ragazzi nati in italia, figli di stranieri che vivono qui, parlano italiano, vanno a scuola ecc ecc, e non hanno la cittadinanza. Mentre ci sono persone sparse per il mondo, figli di italiani, ma che non sanno niente del nostro paese ed hanno la cittadinanza..com’e’ questo accettabile?”, ha scritto Marco. Sconcertato ma anche arrabbiato Dario Ditano da Torino: ”Cazzo Beppe le ultime stime del movimento erano intorno al 7%, ora scenderanno di brutto dopo sta sparata.. Ma come ti e’ venuto in mente?!?!?! La cosa positiva in compenso, e’ che non sei stato ascoltato dal movimento”. E Veronica: ”Caro Beppe Grillo hai proprio toppato. Cosa ti fa pensare che una non priorita’ tua lo sia per tutti? Evidentemente non hai mai provato la sensazione di vivere in un paese che non fosse il tuo e desiderare di essere accettato dalla comunità… mi dispiace ma e’ un discorso provinciale e mediocre quello che fai”. Anche il Pd e Fli hanno dato addosso a Grillo. ”E’ fuori di testa”, ha tuonato Livia Turco, responsabile immigrati del Partito democratico. La cittadinanza e’ un questione di ”giustizia e civilta”, ha sottolineato Fabio Granata – del partito di Fini – che ha bollato come ”qualunquista” il comico Genovese. ”Popuilista reazionario”, gli ha mandato a dire anche Il Futurista che ha definito le sue ”’posizioni becero-leghiste, rozze e semplicistiche”.