Bergamo, associazione gay esclusa da un’assemblea in un liceo: no dai genitori

Pubblicato il 22 Marzo 2010 15:51 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2010 15:51

Fa discutere a Romano di Lombardia (Bergamo) l’esclusione da un’assemblea organizzata dagli studenti del liceo Don Milani, dei rappresentanti del Circolo di cultura omosessuale Milk di Milano, chiamati dai ragazzi per parlare di sessualità e successivamente invitati a non partecipare, su richiesta del consiglio d’istituto.

Secondo quanto è stato riportato dal “Giornale di Treviglio”, i genitori si sarebbero ribellati alla presenza degli esponenti dell’associazione nelle classi, temendo che i loro figli potessero, in qualche modo, venire influenzati nelle loro scelte riguardanti la sessualità. Un genitore avrebbe sostenuto: «Accompagno mio figlio persino a fare le vaccinazioni figuriamoci se lo lascio andare ad un incontro del genere. È come il vaccino antinfluenzale: è più dannoso che utile». Un altro avrebbe visto l’incontro come «propaganda: gli omosessuali non possono parlare di omosessualità».

All’inizio si è pensato a bloccare l’assemblea tra le proteste degli studenti e di molto docenti. Alla fine invece si è optato per un ridimensionamento dell’evento: al posto delle due giornate previste è stato deciso di dirottare su un incontro per le classi quarte e quinte con l’Agedo (Associazione genitori e amici omosessuali).

I ragazzi sono quindi riusciti a strappare la presenza di almeno un rappresentante del mondo gay.