Bergamo: Cosimo Errico, prof dell’istituto tecnico Natta, ucciso. Il corpo carbonizzato in cascina

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 ottobre 2018 13:15 | Ultimo aggiornamento: 4 ottobre 2018 20:20
Bergamo: Cosimo Errico, prof dell'istituto tecnico Natta, ucciso. Il corpo carbonizzato in cascina

Bergamo: Cosimo Errico, prof dell’istituto tecnico Natta, ucciso. Il corpo carbonizzato in cascina (Foto Ansa)

BERGAMO – Un insegnante di scuola superiore a Bergamo, Cosimo Errico, 58 anni, originario di Lecce, è stato ucciso la notte scorsa a Entratico (Bergamo): il corpo è stato trovato carbonizzato dal figlio.

Da una prima analisi del medico legale, sul corpo sono emerse anche delle ferite da arma da taglio. I carabinieri indagano per omicidio. L’uomo mancava da casa dalla sera di mercoledì 3 ottobre, quando si era recato a una cascina didattica che gestiva, dov’è stato poi trovato carbonizzato.  

Il prof dell’istituto Natta era proprietario della cascina in cui è stato trovato, chiamata Cascina dei Fiori. La utilizzava come fattoria didattica per le scolaresche, ma anche per eventi e feste, a richiesta di privati. Ci andava spesso a sistemare, a organizzare appuntamenti: anche mercoledì mattina aveva ricevuto una scolaresca, informa il Corriere di Bergamo.

In un primo tempo i soccorritori avevano ipotizzato un incidente causato da una folgorazione, come conseguenza di un corto circuito, visto che nella struttura, al confine con Borgo di Terzo, era saltata la corrente. Il corpo è stato trovato attorno all’1 di note dal figlio.

Il docente viveva a Bergamo, dove era professore di Biotecnologia all’ Istituto Natta e gestiva la Cascina dei Fiori, fattoria didattica dove svolgeva attività per bambini e dove organizzava feste. Mercoledì sera, 3 ottobre, l’uomo era andato a sistemare la struttura ma, visto che non rincasava e che non rispondeva al telefonino, la moglie ha chiesto al figlio di andare a verificare che cosa era successo.