Bergamo, non sa nuotare ma si tuffa nel lago per salvare il figlio di 2 anni

Pubblicato il 17 maggio 2010 16:27 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2010 17:03

Pur non sapendo nuotare si è tuffato nelle acque del lago d’Endine per salvare il figlioletto di due anni che stava annegando. L’uomo è stato salvato insieme al bimbo da un passante, di cui non si conoscono le generalità, e ora sono tutti e due ricoverati in osservazione. E’ successo ieri, ma a la notizia si è appresa soltanto oggi, lunedì 17 maggio, a Spinone al Lago, in provincia di Bergamo.

Una famiglia di origini marocchine stava prendendo il sole sulle rive del lago, quando all’improvviso il bimbo di due anni si è tuffato in acqua, senza che i genitori se ne accorgessero. Poco dopo il padre, 37 anni, ha notato che il figlio stava affogando e si è lanciato in acqua per salvarlo. Stavano rischiando entrambi di annegare, quando un uomo si è tuffato e li ha tratti in salvo. Ora sono tutti e due ricoverati all’ospedale Bolognini di Seriate (Bergamo), ma le loro condizioni di salute non sarebbero preoccupanti.

E’ il secondo caso in due giorni, ieri a Positano, oggi in provincia di Bergamo. Ieri una madre americana, Ann Sherrie,  si era tuffata nelle acque gelide del mare per salvare il figlio di 12 anni, ma per lei non c’è stato niente da fare: è riuscita a salvare il ragazzo ma le onde alte che si sono scatenate all’improvviso l’hanno travolta ed è annegata. Il video dell’episodio, girato da una terza persona che si trovava sul molo,  ha fatto il giro del web.