Bergamo: morto Piero Busi, il sindaco dei record. Alla guida di Valtorta per 59 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Marzo 2020 12:47 | Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2020 12:47
Bergamo, Ansa

Bergamo: morto Piero Busi, il sindaco dei record. Alla guida di Valtorta per 59 anni (foto Ansa)

ROMA – E’ morto questa mattina, quindi venerdì 27 marzo, Piero Busi, 86 anni, il sindaco dei record in Italia. È stato, infatti, alla guida del piccolo paese di Valtorta (Bergamo) per 59 anni, un ruolo a cui ha rinunciato solo lo scorso maggio. Legatissimo anche alla confinante Valtellina, dove lascia diversi parenti e amici, è stato anche presidente della Comunità Montana Valle Brembana che ora perde un pezzo importante della sua storia.

È stato un uomo di montagna prima che un politico che ha lavorato per salvare dallo spopolamento totale il piccolo borgo di Valtorta e gli altri micro-paesi della vallata alpina. E’ morto stamattina nell’istituto Don Palla a Piazza Brembana, la Casa di riposo che rappresenta una delle sue innumerevoli creazioni. Ha voluto, pochi giorni fa, essere trasportato qui per gli ultimi giorni della sua vita.

Bergamo e il coronavirus

Continua, infati, ad allungarsi tristemente la lista dei decessi tra i camici bianchi per l’epidemia di Covid-19, aggiornata dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo): è deceduto a Bergamo il dottor Giulio Calvi. Il totale dei medici che hanno ad oggi perso la vita per contagio da nuovo coronavirus arriva dunque a 44.

“I problemi di tutta la Lombardia – le parole del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia –  di Piacenza e di ogni area di crisi acuta in cui ci sono ospedali in difficoltà sono problemi di tutti noi e non dei singoli territori. Contrastare l’emergenza negli ospedali più critici è priorità nazionale: sono appena arrivati i medici russi che il governo ha reclutato, il sistema Cross della Protezione civile ha permesso 60 trasferimenti di pazienti lombardi in altre regioni. Oggi parte anche il lavoro della task force di medici voluta dal governo, abbiamo accompagnato i primi 21 medici, 7 dei quali già trasferiti a Piacenza e giorno per giorno partiranno i volontari fino al completamento del contingente di 300. I medici in parallelo saranno affiancati dai 500 infermieri che stiamo arruolando proprio in queste ore con lo stesso metodo come task force protezione civile nazionale. A Bergamo con il Commissario Arcuri abbiamo raccolto ulteriori richieste del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, del vice presidente della regione Lombardia, Fabrizio Sala, dei deputati del territorio, Maurizio Martina, Elena Carnevali. Il governo è quotidianamente al fianco della Lombardia per aiutarla a superare ogni criticità”. 

Fonte: Ansa.