Bergamo, tra dicembre e gennaio oltre 2000 polmoniti atipiche. La stima dell’Ordine dei medici

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Maggio 2020 16:47 | Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2020 16:47
Bergamo, tra dicembre e gennaio oltre 2000 polmoniti atipiche. La stima dell'Ordine dei medici

Bergamo, tra dicembre e gennaio oltre 2000 polmoniti atipiche. La stima dell’Ordine dei medici

BERGAMO – Potrebbero essere oltre 2000 le persone colpite da polmoniti atipiche tra dicembre e gennaio, nella provincia di Bergamo

Il numero è stimato sulla base dei dati raccolti con un questionario dall’Ordine dei medici di Bergamo, la provincia più colpita e flagellata dal coronavirus.

Nell’era immediatamente precedente all’esplosione dell’epidemia, c’erano oltre 2mila persone con sintomi che oggi sarebbero ritenuti sospetti Covid, ma che potrebbero anche essere attribuibili all’influenza. 

Dei 600 medici di medicina generale presenti sul territorio, sono 80 quelli che hanno aderito al questionario, per un equivalente di 109.250 pazienti.

Di questi 104 hanno avuto polmoniti atipiche nel mese di dicembre e 124 nel mese di gennaio. In tutto 228 casi in due mesi e di queste persone malate 21 sono morte.

In 123 casi in totale la polmonite atipica è stata confermata da riscontro radiologico, in 125 casi l’età dei pazienti era sotto i 65 anni, 103 invece sopra i 65.

“Facendo una proporzione sulla totalità della popolazione della provincia bergamasca, rispetto al campione del sondaggio, oltre 2.000 persone tra dicembre scorso e gennaio 2020 potrebbero aver avuto polmoniti atipiche”, spiega all’Eco di Bergamo il presidente dell’Ordine dei medici Guido Marinoni.

Peraltro, non ci sono dati sul numero di polmoniti atipiche nello stesso periodo dello scorso anno e dunque non è possibile evidenziare un eventuale picco o decrescita. (Fonte: Eco di Bergamo).