Il Fatto Quotidiano: Cosentino, Cesaro e la notte di Berlusconi da Noemi Letizia

Pubblicato il 25 Gennaio 2013 12:31 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2013 12:32

Noemi Letizia (Foto Lapresse)

ROMA – Il Fatto Quotidiano rivela alcuni retroscena della notte passata a Casoria da Berlusconi nel 2009, quando presenziò come ospite speciale alla festa di 18 anni di Noemi Letizia. Ora che Nicola Cosentino è stato eliminato dalle liste elettorali del Pdl, ecco che arriva da Napoli una piccola vendetta. Cosentino ha ricordato, riporta il Fatto, Noemi Letizia e la sua mica Roberta Oronzo. Parlando di loro avrebbe detto: “Sì ho sempre risolto problemi, tranquillizzai quelle ragazze”. “Tranquillizzare” dopo la festa di Capodanno 2009 a villa Certosa, dopo le due amiche soggiornarono per diversi giorni, e dopo il compleanno di Noemi il 27 aprile di quell’anno.

Secondo il Fatto le due vennero tranquillizzate con alcuni doni. E ricorda il racconto del fratello di Roberta, Vincenzo Oronzo, che disse che la sorella rientrò da quel Capodanno con 5mila euro in contanti. A lui venne offerto un contratto di 6 mesi nell’azienda Ottogas e promesso un posto alle regionali 2010 mentre il papà di Roberta venne assunto part time all’Isef. Il Fatto racconta anche un inedito retroscena dietro la partecipazione di Berlusconi alla festa a Casoria. A quanto pare quella sera aspettò 45 minuti prima di lasciare l’aeroporto. Poi arrivò la telefonata di Luigi Cesaro, ex presidente della Provincia di Napoli ed ex amico di Cosentino: “Presidente può andare, è tutto a posto”.