Biga di Morgantina ritrovata, la scultura in bronzo da una tonnellata fu rubata con un elicottero nel cimitero di Catania

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Ottobre 2019 13:57 | Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2019 13:57
Biga di Morgantina ritrovata, era stata rubata con un elicottero nel cimitero di Catania

La Biga di Morgantina (foto ANSA)

CATANIA – Ritrovata la Biga di Morgantina, reperto archeologico trafugato nel 2017: nei guai 17 persone per reati che vanno dalla rapina, all’estorsione, passando per ricettazione e furto di opere antiche. A ritrovarla, i carabinieri di Catania che nella mattina di venerdì 18 ottobre hanno eseguito il provvedimento della locale Procura che si è messa sulle tracce della banda di malviventi. L’inchiesta, secondo la nota informativa, ha “consentito di sgominare un gruppo criminale a elevata pericolosità sociale, dedito alla commissione di reati contro il patrimonio nelle province di Catania, Enna e Siracusa”.

Durante le indagini militari dell’Arma hanno recuperato, prima che potesse essere venduta al mercato nero delle opere d’arte, la Biga di Morgantina, struttura bronzea scoperta alla fine dell’800 proprio nei pressi dell’attuale sito archeologico di Morgantina in provincia di Enna, trafugata dai criminali nel giugno del 2017 dal cimitero monumentale di Catania. In una stanza ‘segreta’ ricavata in una villa privata di Piazza Armerina (Enna) i carabinieri hanno trovato e sequestrato due statue di cavalli in bronzo.

Le indagini dei carabinieri, durate dal 2018 al 2019 e coordinate dalla Procura Distrettuale di Catania, hanno preso spunto da una rapina che fruttò oltre 17.000 euro commessa il 16 aprile 2018 in un centro scommesse di San Giovanni la Punta. 

L’attività investigativa ha consentito di recuperare, in due fasi temporali diverse, le componenti dell’antica biga bronzea di Morgantina, del valore stimato di 1.500.000 euro. La successiva identificazione degli autori del furto e di coloro i quali ne hanno gestito l’occultamento e l’intermediazione per la vendita, ha consentito l’individuazione del potenziale acquirente di nazionalità tedesca. Seguendo lui i militari dell’Arma hanno scoperto l’esatta ubicazione dei luoghi dove l’opera era stata nascosta dopo essere stata ‘divisa’.

Il furto della Biga di Morgantina.

La Biga di Morgantina, struttura in bronzo del 450 avanti Cristo dal peso di circa una tonnellata, è stata rubata nel giugno del 2017 con un elicottero dalla volta della cappella della famiglia Sollima del cimitero monumentale di Catania. Sarebbero stati gli indagati, intercettati, a ricostruire la dinamica dell’operazione illegale, realizzata con un complice interno al cimitero. Il gruppo criminale dalla vendita dell’opera bronzea sperava di potere realizzare due milioni di euro. Una volta imbragata la biga è stata sollevata con elicottero e poi poggiata su un camion. Successivamente è stata divisa: la carrozza è stata nascosta in un garage nel Catanese, i due cavalli occultati in una stanza ‘segreta’ realizzata in una villetta privata dell’Ennese.

Fonte: ANSA