Bimba rom ferita a Roma, indagato un italiano: “Colpo partito per errore”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 luglio 2018 16:20 | Ultimo aggiornamento: 24 luglio 2018 16:20
Bimba rom ferita a Roma, indagato un italiano: "Colpo partito per errore"

Bimba rom ferita a Roma, indagato un italiano: “Colpo partito per errore” (Foto Ansa)

ROMA – Un uomo italiano di circa 45 anni è indagato per lesioni gravi in relazione al ferimento di una bimba rom in strada a Roma. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, il colpo sarebbe stato esploso dal terrazzino dell’abitazione dell’indagato, nella zona di viale Palmiro Togliatti, all’altezza di viale dei Romanisti. Oltre alla pistola ad aria compressa nell’appartamento dell’uomo è stato trovata anche una carabina, sempre ad aria compressa.

L’uomo è stato a lungo interrogato e ha confermato le accuse dicendo che si è trattato di un incidente, affermando che il colpo è partito inavvertitamente dalla pistola e che non aveva alcuna intenzione di ferire qualcuno. La Procura disporrà una perizia sulle armi e consulenze balistica.

Intanto migliorano anche le condizioni della piccola. La prognosi è stata prosciolta e la bimba, che è stata operata nei giorni scorsi all’ospedale Bambino Gesù, ha lasciato il reparto di terapia intensiva ed è stata trasferita in chirurgia generale.

A preoccupare i medici è una lesione vertebrale a livello dorsale, con interessamento midollare. Al momento, però, è ancora presto per valutare eventuali danni permanenti alla piccola.