Bimbo di un anno morto a Modica (Ragusa): fermati la madre e il patrigno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Agosto 2020 13:59 | Ultimo aggiornamento: 18 Agosto 2020 20:40
Bimbo di un anno morto a Modica (Ragusa): fermati la madre e il convivente

Bimbo di un anno morto a Modica (Ragusa): fermati la madre e il convivente (Foto Ansa)

Dopo il convivente fermata anche la madre del bimbo di un anno morto in ospedale a Modica (Ragusa). Il piccolo sul corpo aveva diversi lividi.

La Procura di Siracusa infatti ha disposto il fermo anche della madre 23enne del bimbo di un anno morto a Modica lunedì nell’ospedale del paese nel Ragusano. Il bimbo presentava lesioni sul corpo.

Lunedì sera fermato dalla polizia il convivente della donna, un 32enne che non è il padre del piccolo. Nei loro confronti la Procura ipotizza i reati di omicidio volontario e maltrattamenti in famiglia. I due sono stati condotti in carcere da agenti del commissariato di polizia di Modica che stanno indagando.

Le indagini avviate dopo la segnalazione dei medici del pronto soccorso di Modica, nel Ragusano, dove un’ambulanza del 118 aveva portato il piccolo dalla casa delle coppia a Rosolini (Siracusa).

A insospettire i medici la presenza di lividi sul collo e sul corpo del bambino che farebbero ipotizzare che sia morto per delle percosse ricevute. Il medico che l’ha visitato quando il piccolo è arrivato nel pronto soccorso dell’ospedale Maggiore, che è il più vicino a Rosolini, è rimasto senza parole e ha avvertito subito la polizia.

Gli agenti del commissariato di Modica hanno avviato le indagini sulla coppia che vive in una casa popolare a Rosolini (Sr). L’uomo non è il padre del bambino che lavora lontano dalla Sicilia.

Il piccolo Evan di 21 mesi ha subito “brutali percosse”. Lo sottolineano gli inquirenti che hanno fatto scattare le manette ai polsi della mamma del bimbo e del compagno. I due, conviventi a Rosolini (Siracusa), sottoposti a fermo di indiziato di delitto per i reati di maltrattamenti in famiglia e omicidio.

Nel pomeriggio di lunedì, il bambino, proveniente da Rosolini, era morto – spiega la polizia – durante il trasporto con l’ambulanza del 118 verso l’ospedale “Maggiore” di Modica (Ragusa). Nonostante i tentativi di rianimarlo, da parte dei medici del pronto soccorso, per il piccolo non c’è stato nulla da fare. Il corpicino presentava ecchimosi in varie parti del corpo e il personale del commissariato di Modica, allertato dai medici, ha avviato le indagini che sono state coordinate dal procura di Siracusa. (Fonti Agi e Ansa).