Bimbo rapito a Padova: trovato il furgone nero usato per la fuga, abbandonato in periferia

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Ottobre 2021 16:59 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2021 16:59
Bimbo rapito a Padova: trovato il furgone nero usato per la fuga, abbandonato in periferia

Bimbo rapito a Padova: trovato il furgone nero usato per la fuga, abbandonato in periferia (Foto Ansa)

Ritrovato alla periferia Nord di Padova il furgone utilizzato per il rapimento del bimbo di 5 anni, avvenuto martedì mattina. Il piccolo David è stato sottratto alla madre dal padre rumeno che, insieme a tre complici, lo la strappato dalle braccia della donna mentre lei lo accompagnava a scuola nel quartiere San Lazzaro. Un azione da commando contro la quale la madre non ha potuto fare niente.

Il ritrovamento del furgone è avvenuto la sera di mercoledì 6 ottobre, intorno alle 22.30 circa. A trovarlo è stata una pattuglia della stazione Carabinieri di Limena (Padova), che ha rintracciato il “Mercedes Vito” di colore nero, immortalato anche dalle telecamere di videosorveglianza al momento della fuga.

Il mezzo era stato abbandonato all’altezza di un’officina meccanica. Recuperato, è stato trasportato in un’area protetta per l’esecuzione dei rilievi tecnici. 

Bimbo rapito a Padova: la dinamica

La mattina di martedì 5 ottobre Alexandra Moraru, questo il nome della madre, stava portando a scuola il piccolo quando le si è avvicinato un furgone con dentro quattro uomini. In due l’hanno tenuta ferma mentre l’ex compagno le strappava di mano il bambino.

Un uomo è rimasto al volante, pronto a dare gas quando i tre con il piccolo sono risaliti sul mezzo.

La giovane, tre anni fa, aveva ottenuto l’affido esclusivo del bambino dopo che l’uomo aveva dato segnali di squilibrio. Aveva trovato rifugio in Italia anche per sfuggire all’ex marito che già in un’altra occasione le aveva portato via il bambino.

Bimbo rapito a Padova: il video della fuga

In un frame dalle fotocamere comunali si vede il furgone nero usato per il sequestro, una Mercedes con targa romena, ripreso sulla tangenziale di Padova tra via del Plebiscito e Vigodarzere, intorno alle 8.34 di di martedì mattina. 

All’indomani del rapimento la mamma, 26 anni con doppia nazionalità moldava e romena è tornata dai carabinieri per fornire un quadro più chiaro dei fatti. Ha postato anche un appello su Facebook affinché chiunque abbia notizie la aiuti a ritrovare il figlio.

La giovane è rimasta sempre in casa, con i parenti. L’ex marito vive a Bucarest e stando a quanto dicono i congiunti della madre, apparterrebbe ad una famiglia nomade.