Bimbo rom colpisce pecora con pallonata, pastore lo acceca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Gennaio 2017 14:08 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2017 14:08
Bimbo rom colpisce pecora con pallonata, pastore lo acceca

Bimbo rom colpisce pecora con pallonata, pastore lo acceca (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un pastore ha accecato un bimbo rom di 8 anni. Il ragazzino, secondo quanto scrive Michela Allegri sul Messaggero, aveva colpito una sua pecora con una pallonata. Stando alla ricostruzione del quotidiano romano (l’episodio è avvenuto vicino al campo nomadi di via Salone), il pastore sarebbe dapprima uscito a inseguire il ragazzino e il suo amico con una pistola. Poi, dopo aver sparato in aria un paio di colpi “intimidatori”, avrebbe preso una canna di bambù e con questo avrebbe colpito il bambino all’occhio. E dalle prime notizie che giungono dall’ospedale, le possibilità che il bambino possa perdere la vista sono molto alte.

Racconta la Allegri sul Messaggero:

I fatti risalgono allo scorso 22 dicembre. È pomeriggio quando i ragazzini stanno giocando con un pallone. Uno dei due tira un calcio troppo forte e la palla finisce nel giardino dell’indagato, colpendo una pecora. Il pastore esce di casa. È arrabbiatissimo. Impugna una pistola e spara un colpo. I bimbi fuggono spaventati e lui li insegue. Quando li raggiunge, l’uomo colpisce uno dei piccoli con una canna di bambù appuntita e lo ferisce a un occhio. Il bambino finisce in ospedale, le lesioni sono molto serie. A quanto sembra, avrebbe perso la vista. Questa è la versione raccontata dalle vittime, che oggi verranno ascoltate dal gip in sede d’incidente probatorio. Il racconto dei fatti esposto dal pastore, invece, è molto diverso.

Al giudice, durante l’interrogatorio di garanzia, ha detto che i due bambini la sera prima della presunta aggressione gli avrebbero rubato un agnellino appena nato.