Bisceglie, rissa in piazza tra ragazzi. Un 16enne preso a calci e pugni in faccia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2020 13:56 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2020 14:02
Bisceglie, rissa in piazza tra ragazzi. Un 16enne preso a calci e pugni in faccia

Bisceglie, rissa in piazza tra ragazzi. Un 16enne preso a calci e pugni in faccia (Foto archivio Ansa)

ANDRIA – Rissa tra ragazzi nella tarda serata di martedì a Bisceglie, in piazza Vittorio Emanuele, sfociata nella violenta aggressione a un 16enne. Dopo essere stato picchiato con calci e pugni in faccia il ragazzo è rimasto per terra ed è stato trasportato all’ospedale di Andria. Non rischia la vita.

Sconosciuti per ora i motivi che hanno portato alla rissa. Tutto è nato da una discussione tra ragazzi che presto è sfociata in rissa. Il fatto è accaduto nei pressi del monumento dei caduti, mentre la zona era affollata da famiglie. Sul fatto indagano i carabinieri, accorsi sul posto insieme alla polizia locale e al 118.

Il sindaco, Angelantonio Angarano, nell’esprimere “vicinanza” alla famiglia del ragazzo, che vive a Trani, ha parlato di un fatto “folle, intollerabile ed inammissibile”.

Il fatto segue, peraltro, la rissa scoppiata tra giovani nella zona del porto di Trani domenica scorsa. In questo caso, sotto accusa è finita la movida che impazzava nell’area, spesso in maniera inconciliabile rispetto ai divieti di assembramento imposti dai dpcm anti-Covid. A Trani il Comune è intervenuto disponendo la chiusura per 5 giorni del locale teatro della rissa.

Palermo, maxi rissa nel quartiere Ballarò.

Una maxi rissa è scoppiata nel rione Ballarò a Palermo la sera del 27 maggio, tra pugni, sprangate e accoltellamenti.

Sono 30 circa le persone coinvolte negli scontri.

In particolare, un gruppo di palermitani e alcuni extracomunitari residenti nel rione originari del Gambia.

Secondo una prima ricostruzione, il diverbio è iniziato con un lancio fitto di oggetti e bottiglie.

Poi i due gruppi rivali non hanno iniziato a picchiarsi selvaggiamente a colpi di spranga, machete e pugni.

Il motivo della discussione degenerata in maxi rissa nel rione di Palermo non è ancora stato definito dalla polizia e dai carabinieri, che sono intervenuti sul posto insieme a diverse ambulanze.

Il bilancio sarebbe di alcuni feriti, tra cui i militari che hanno tentato di sedare la rissa, un bambino di pochi anni e due gambiani.

Uno di questi sarebbe stato accoltellato e trasportato all’ospedale Civico di Palermo dai sanitari del 118.

Il comando provinciale ha spiegato che poco dopo le 20 di mercoledì carabinieri e poliziotti sono intervenuti sul luogo della rissa. (Fonte Agi).