Genova. Addio a Bocca di rosa, ispiratrice di De Andrè

Pubblicato il 15 Giugno 2010 11:53 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2010 11:53

Ha smesso di regalare amore Bocca di rosa, musa ispiratrice di Fabrizio De Andrè. La donna protagonista dei versi del cantautore genovese, al secolo Liliana Tassio, 88 anni, è morta. A ricordarla i necrologi apparsi sui quotidiani locali: “E’ serenamente mancata all’affetto dei suoi cari Liliana Tassio”.

Si è spenta all’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, dove sarà allestita la camera ardente. Per anni è stata mito e oggetto di fantasie di uomini e appassionati, lei che faceva l’amore né per noia e nemmeno per professione, ma per passione.

Dori Ghezzi e Paolo Villaggio sono piuttosto scettici sulla doppia identità di Bocca di rosa: era davvero lei?  “Non ho mai conosciuto la Tassio, ma sono moltissime le persone che mitizzano il proprio passato”, ha tagliato corto Villaggio.

Il quotidiano Repubblica rispolvera una vecchia intervista a De Andrè: “E’ un fatto vero – ammise il cantautore – un episodio che è accaduto a me personalmente nel 1962 a Genova. Il paesino di Sant’Ilario citato nella canzone è in realtà la stazione di Nervi. Fu lì che sbarcò la mia Bocca di rosa. Proprio come nella canzone, lei lo faceva per piacere, per passione, non per denaro”.