Bollate, casa popolare infestata da spiriti. Inquilina: “Il prete o non entro”

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2015 11:41 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2015 11:42
Bollate, casa popolare infestata da spiriti. Inquilina: "Il prete o non entro"

Bollate, casa popolare infestata da spiriti. Inquilina: “Il prete o non entro”

MILANO – Una presenza ultraterrena, una donna bionda che sbatte le porte e tempo fa ha messo in fuga un innocuo muratore straniero. Sarebbe questa la presenza annidata in un appartamento di via Turati a Bollate, hinterland milanese. Un palazzone di case popolari che ora, per un accordo tra Aler e Comune, vengono ristrutturate e riassegnate a nuovi inquilini bisognosi. Nella fattispecie nella casa “maledetta” dovrebbe andare una donna di origine siciliana che però ha chiesto un intervento speciale: quello di un prete che benedica la casa, altrimenti non ci mette piede.

“Potete anche non crederci – afferma la donna- queste cose si debbono provare sulla propria pelle. Io chiederò l’intervento di un sacerdote prima di entrare nel nuovo alloggio”. Il fatto è che tempo fa nell’appartamento abitava una fattucchiera di origine calabrese, una donna che evocava gli spiriti, toglieva il malocchio, prediceva il futuro. E, a quanto pare, avrebbe anche scomodato qualche spirito senza pace, almeno così sono convinti gli abitanti del palazzo che di una cosa sono certi: quella casa è abitata dagli spiriti.

Il parroco della zona, don Luca, non fa mancare il suo appoggio: “Non sono ancora stato contattato per questa benedizione speciale, ma se qualche famiglia ce lo chiede, non ci rifiutiamo”.