Bologna, appicca fuoco agli uffici comunali: "Non mi hanno assistito"

Pubblicato il 9 Maggio 2012 15:57 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2012 16:03

BOLOGNA, 9 MAG – Ha appiccato il fuoco agli uffici comunali dei 'servizi alla persona' di San Pietro in Casale, nel Bolognese, e – identificato dai carabinieri poco dopo sulla base delle prime indagini – si e' giustificato lamentando di non aver ricevuto l'assistenza che si aspettava. L'uomo, un disoccupato bolognese di 42 anni, J.P., e' stato arrestato. Nei suoi confronti, e' stato appurato durante gli accertamenti, pende uno sfratto previsto l'11 giugno. L'uomo ha precedenti per furto, violazione contro l'assistenza familiare e sottrazione di persona incapace.

L'incendio, che non ha provocato gravi danni, si e' sviluppato questa mattina nell'area degli uffici comunali dedicato agli aiuti economici, assistenza agli anziani, casa, invalidita' e vaccinazioni. Al 115 dei vigili del fuoco e' poi arrivata una telefonata il cui interlocutore, anonimo, e' sembrato particolarmente agitato, un po' troppo per un semplice testimone. I militari hanno quindi identificato il titolare dell'utenza, che e' risultato proprio J.P. Le indagini hanno stabilito che l'uomo verso le 6.30, forzando una porta d'ingresso secondaria, e' entrato negli uffici comunali e ha appiccato il fuoco con benzina che aveva in un recipiente. Le fiamme hanno danneggiato arredi e apparecchiature dell'ufficio.