Bologna. Arrestato tunisino, nel 2009 tentò di stuprare due ragazze

Pubblicato il 20 maggio 2010 17:12 | Ultimo aggiornamento: 20 maggio 2010 17:12

E’ stato rintracciato dai carabinieri della Stazione di Arcoveggio, B.K.K. 35enne di origini tunisine che verso la fine dello scorso anno si è reso responsabile di alcuni episodi di tentata violenza sessuale ai danni di 2 ragazze proprio nella zona del quartiere Arcoveggio.

Il primo episodio si era verificato nel mese di ottobre dello scorso anno, quando una giovane si era presentata proprio alla citata stazione dei carabinieri dichiarando di essere stata vittima di un tentativo di violenza sessuale. Mentre si trovava in via Ruggeri, all’incrocio con via del Lavoro, la 25enne era stata avvicinata da un uomo il quale, dopo aver tirato fuori il pene, aveva tentato un contatto fisico, e lei, pur presa dallo spavento, era riuscita a scappare.

Nel mese di novembre, un’altra ragazza si era presentata alla Stazione di Arcoveggio riferendo di un episodio analogo: aveva notato, sempre nella stessa zona, un individuo che si stava masturbando in strada e che aveva tentato di avvicinarsi a lei che era riuscita a fuggire.
In entrambe le circostanze le due malcapitate avevano fornito ai carabinieri una dettagliata descrizione fisica del soggetto, consentendo ai militari di selezionare una serie di fotografie di persone che presentavano quelle caratteristiche. Nel corso delle indagini è poi emerso che anche un’altra ragazza aveva notato l’uomo compiere atti osceni in quell’area.

A questo punto i carabinieri, sulla base degli elementi raccolti, hanno trasmesso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna una circostanziata richiesta di applicazione di misura cautelare nei confronti del soggetto. In gennaio, il gip del Tribunale di Bologna, concordando pienamente con le risultanze investigative emerse, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del cittadino straniero, il quale però, nel frattempo, si era reso irreperibile. Ma i militari della Stazione di Arcoveggio hanno compiuto un’efficace attività di ricerca che ha consentito di rintracciare l’uomo la scorsa notte in via San Donato.

Pertanto il tunisino è stato arrestato ed associato presso la Casa Circondariale Dozza, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria davanti a cui dovrà rispondere dei gravi reati di tentata violenza sessuale continuata ed atti osceni in luogo pubblico. Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di verificare se B.K.K. sia responsabile di altri analoghi reati.