Bologna, ex componente banda di Igor il russo si impicca in carcere. Era condannato all’ergastolo

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 22 Novembre 2019 14:08 | Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2019 14:16
Bologna, ex componente banda di Igor il russo si impicca in carcere: era condannato all'ergastolo

Un carcere (foto ANSA)

BOLOGNA – Si è impiccato nel carcere bolognese della Dozza il giovane romeno Constantin Fiti, condannato all’ergastolo per l’omicidio del pensionato Pier Luigi Tartari, avvenuto nel settembre 2015 a Ferrara, dopo una rapina nella sua casa di Aguscello. A febbraio scorso la Cassazione aveva reso definitiva la pena a vita per Fiti, 26 anni, e per il complice Patrick Ruszo, che facevano parte della banda capeggiata da Ivan Pajdek, un gruppo accusato anche di diverse violente rapine nel Ferrarese.

Della banda, in passato, aveva fatto parte anche Norbert Feher alias ‘Igor il Russo’, attualmente detenuto a Saragozza e accusato di cinque omicidi tra Italia e Spagna. Quando commise i delitti, però, Igor aveva già preso le distanze dal gruppo di Pajdek.

Fonte: ANSA.