Bologna: famiglia cinese rapinata e sequestrata in casa

Pubblicato il 28 Gennaio 2012 14:04 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2012 14:09

BOLOGNA, 28 GEN – Un'intera famiglia di origine cinese e' stata sequestrata e rapinata in casa da un gruppo di quattro connazionali, fuggiti con soldi, gioielli e altri oggetti di valore dopo avere immobilizzato con nastro da pacchi cinque persone, tra cui una bambina di 10 anni. E' accaduto verso le due della scorsa notte in un condominio di via Bellettini, nel quartiere fieristico di Bologna.

I banditi, mascherati con passamontagna e armati di coltelli, hanno probabilmente atteso che una delle vittime, una 47enne cinese che gestisce un ristorante in via Salvini, poco lontano, rientrasse a casa, insieme al nipote di 23 anni. I due sono stati aggrediti nell'atrio del palazzo e, sotto la minaccia dei coltelli, costretti a far salire i rapinatori nell'appartamento, dove c'erano il marito della donna, di 48 anni, la figlia di 10 anni che dormiva e la mamma di lei, di 76 anni. I cinque sono stati legati con nastro da pacco e chiusi a chiave in stanze diverse dai malviventi, che hanno portato via circa 4.000 euro, alcuni monili, due computer, cellulari e fotocamere.

A dare l'allarme, dopo alcuni minuti, e' stata la 47enne, che con un paio di forbici e' riuscita a liberarsi e a forzare la serratura della camera dove era stata rinchiusa. Subito dopo ha liberato anche i familiari e avvertito il 113. Sono intervenuti la polizia scientifica e la squadra Mobile, che ha avviato le indagini.