Bologna, festa in casa: vicina chiama i Carabinieri, denunciati in sette

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 Aprile 2020 16:29 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2020 16:29
carabinieri festa casa

Bologna, festa in casa: vicina chiama i Carabinieri, denunciati in sette (foto Ansa)

BOLOGNA – Si erano ritrovati in sette per una ‘festicciola’ in casa, ma sono arrivati i Carabinieri chiamati da una vicina.

È successo verso l’una e trenta della notte tra domenica 26 aprile e lunedì 27 in un appartamento in zona giardini Margherita, a Bologna.

È stata un’anziana, non riuscendo a prendere sonno per il rumore, a telefonare al 112.

All’arrivo dei militari la festa è stata interrotta e i sette partecipanti, tutti maggiorenni, sono stati sanzionati e invitati a tornare nelle rispettive abitazioni.

Nessuna conseguenza per il padrone di casa.

L’intervento rientra nei controlli per verificare le norme di contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19 svolti nel fine settimana dai Carabinieri del comando provinciale di Bologna, che hanno identificato quasi duemila persone ed elevato un centinaio di sanzioni.

Oltre alle multe sono scattate denunce per persone che hanno reagito di fronte ai militari che chiedevano di motivare la loro presenza fuori casa.

Nel parco di Villa Cicogna di San Lazzaro di Savena una ragazza 28enne è stata denunciata per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Per rifiuto di fornire le proprie generalità sono finiti nei guai un uomo di 49 anni che faceva jogging a Casalecchio di Reno e una donna di 45 anni controllata a Imola (fonte: Ansa).