Bologna, minacce ai vicini: “Io come Hitler ammazzo invalidi”. Condannato condomino stalker

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2019 13:18 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2019 13:18
Bologna, minacce ai vicini: "Io come Hitler ammazzo invalidi". Condannato condomino stalker

Una vittima di stalking in una foto d’archivio

BOLOGNA – “Io sono come Mussolini e Hitler, ammazzo tutti gli invalidi”. Questo il tenore delle minacce che un uomo di 54 anni rivolgeva ai suoi vicini di casa. Lo avrebbe detto scandendo bene le sillabe, sapendo che la donna a cui si rivolgeva era sordomuta. E poi molestie, insulti, sputi, danneggiamenti alle auto e alle cassette della posta. Il tribunale di Bologna lo ha condannato a sei mesi per stalking, con pena sospesa per 5 anni, beneficio subordinato al risarcimento delle vittime.

La donna e i suoi due figli, di cui uno invalido, si sono costituiti parti civili al processo difese dall’avvocato Stefania Martelli. L’uomo accusava i tre, ingiustamente, di avergli rovinato la macchina. La donna, per documentare le angherie, aveva acquistato anche una microcamera delle dimensioni di una penna, per filmare alcuni episodi.

Secondo l’accusa, seguita dal pm Augusto Borghini, le persecuzioni dell’imputato, difeso dall’avvocato Roberta Cova, andavano avanti dal 2010 e hanno costretto i tre condomini a modificare le loro abitudini, limitando le uscite da casa per non incontrarlo. (Fonte: Ansa)