Bologna, irruzione degli Indignati nell’ufficio della Corte d’appello

Pubblicato il 12 Ottobre 2011 13:00 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2011 13:06

BOLOGNA, 12 OTT – Inneggiando al ‘default’ e al grido di ”vi pignoriamo” la manifestazione degli ‘Indignati’ bolognesi ha invaso l’ufficio notifiche, esecuzioni e protesti della Corte d’Appello, in vicolo Monticelli, cuore del centro storico. Dopo essere saliti al primo piano del palazzo, utilizzando come ariete un paletto di metallo, alcuni manifestanti hanno sfondato il portone dell’ufficio notifiche. Sono entrati e hanno preso documenti, registri e cartellette e li hanno strappati e lanciati da una finestra.

Tutto e’ avvenuto davanti ai  dipendenti, allibiti. ”Dove c’erano lavoratori che rischiavano la propria incolumita’ – hanno spiegato questi ai cronisti – , non c’era nessuno. Avevamo chiamato la polizia. Ci doveva essere”. La manifestazione, poi e’ di nuovo proseguita con un corteo, scortata da polizia municipale e agenti della Digos.