Bologna/ La mamma cerca di strangolarla con un asciugamano. Bimba di quattro anni salvata dalla nonna

Pubblicato il 30 Luglio 2009 18:04 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2009 18:54

violenzaUna tragedia evitata per un pelo. Una donna di Bologna di 38 anni ha cercato di uccidere la figlia di quattro anni, strangolandola con un asciugamano ma per fortuna sono intervenuti la nonna della bimba e un vicino di casa che hanno subito chiamato i carabinieri.

Il fatto è accaduto nella prima mattina, alle 6.50, nella casa della nonna, in una traversa di via Dagnini, in zona Murri di Bologna, dove la donna si era trasferita mercoledì con la figlia dopo un litigio con il marito.

La donna sarebbe già in cura psichiatrica per psicosi reattiva breve. Il Pm Lucia Musti l’ha posta in stato di fermo nel reparto psichiatrico dell’ospedale Sant’Orsola per tentato omicidio. Anche la bambina è stata ricoverata nello stesso ospedale ma sembra non essere grave.

Oltre all’asciugamano – secondo il racconto della nonna – la trentottenne avrebbe tenuto a portata di mano un coltello. Secondo le prime ricostruzioni, la donna avrebbe cercato di uccidere la figlia e poi di togliersi la vita. La bimba, a quanto è trapelato, sta bene ma si trova ancora al Sant’Orsola. Anche la madre è presso la medesima struttura ospedaliera