Bologna, la Lega denuncia: in un compito di italiano si chiede: “Come facciamo a cacciare Salvini?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2018 14:26 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2018 14:26
Bologna, la Lega denuncia: in  un compito di italiano si chiede: "Come facciamo a cacciare Salvini?"

Bologna, la Lega denuncia: in un compito di italiano si chiede: “Come facciamo a cacciare Salvini?”

BOLOGNA – “Come facciamo a cacciare Salvini?”. Questa sarebbe una delle domande di un compito a casa assegnato da una professoressa di Italiano di una scuola media di Bologna. Lo denuncia la Lega.

Il compito a casa sarebbe stato assegnato in una scuola media di Castel del Rio che fa parte dell’istituto comprensivo di Borgo Tossignano, nel Bolognese. 

“Si tratta di un fatto, qualora confermato, gravissimo- scrive in una nota il commissario provinciale del Carroccio Daniele Marchetti, consigliere regionale dell’Emilia-Romagna- se è vero che stiamo indagando sulla veridicità della segnalazione che ci è arrivata, è anche vero che sin da ora è possibile trarre alcune conclusioni incontrovertibili: come si fa a porre una domanda simile a dei ragazzini di 11-14 anni?”.

L’interrogativo compare in un breve elenco dove si domanda anche come risolvere la desertificazione e guarire le malattie, come “smettere la guerra” e come “avere macchine con energia che non inquina”.

? La Lega incalza, reclamando un intervento del Provveditorato: a quell’età i “ragazzi vanno educati, devono imparare la lingua italiana, la matematica, le scienze, la geografia, le lingue straniere. Vanno a scuola per imparare e farsi una cultura senza condizionamenti esterni, tanto più se questi sono di matrice politica. L’ideologia e la propaganda devono stare fuori dalle aule, soprattutto quando in queste siedono dei ragazzini”.