Cronaca Italia

Bologna, trovato morto a letto a 23 anni: sospetta overdose di cocaina

bologna-morto-overdose-cocaina

Bologna, trovato morto a letto a 23 anni: sospetta overdose di cocaina

BOLOGNA – Morto nel letto a 23 anni per una sospetta overdose di cocaina. Luca Gaiani è stato trovato dall’amico con cui condivideva un appartamento a Bologna, in zona Bolognina.

Sabato 14 ottobre, racconta Nicoletta Tempera sul Resto del Carlino, Luca si era svegliato ed aveva fatto due chiacchiere con il suo coinquilino, che poi era uscito.

Quando questi è rientrato a casa, in via Gobetti, è andato nella stanza dell’amico e lo ha trovato senza vita sul letto, con ancora le cuffiette per ascoltare la musica nelle orecchie.

Il giovane, anche lui un lavoratore ventenne, ha subito chiamato il 118, ma quando i soccorritori sono arrivati hanno solo potuto constatare il decesso e avvertire i carabinieri.

Nell’appartamento, scrive il Resto del Carlino, c’erano delle tracce di sostanza, probabilmente cocaina, repertate dalla Scientifica dei carabinieri che le dovrà analizzare. L’ipotesi, scrive il quotidiano,

è che il ragazzo abbia assunto la sostanza, probabilmente sniffandola, e il suo cuore non abbia retto. Come da prassi, qualora venga accertata l’overdose come causa del decesso, i militari procederanno per morte in conseguenza di altri delitti, per arrivare a chi possa aver venduto la droga al ragazzo. E, anche, per capire se in città giri una partita di coca tagliata male e letale. Un lavoro impegnativo, visto il continuo ricambio di spacciatori che ‘lavorano’ in città. Anche in Bolognina, nel parco Comini, a due passi dall’appartamento dove è morto il ragazzo. Un fenomeno complicato da contrastare, viste le carenze di organico ormai fisiologiche delle forze dell’ordine.

To Top