Bologna, Nicola Rinaldi ucciso: arrestato un vicino di casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Agosto 2019 12:07 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2019 12:07
Nicola Rinaldi ucciso a Bologna

Il luogo del delitto dove Nicola Rinaldi è stato ucciso a coltellate (Foto ANSA)

BOLOGNA – Un uomo è stato arrestato per l’omicidio di Nicola Rinaldi, 28 anni, accoltellato a morte la mattina del 28 agosto nel quartiere Pilastro di Bologna. Si tratta di un vicino di casa, Luciano Listrani, 58 anni, che fin da subito è stato il principale sospettato per il delitto.

Gli agenti di polizia hanno interrogato per ore Listrani e infine l’hanno arrestato. Rinaldi si trovava ai domiciliari ed è morto in strada, a dieci metri da casa sua, mentre probabilmente cercava aiuto. Secondo la ricostruzione della polizia, all’ora di pranzo del 28 agosto i due hanno iniziato a litigare nel palazzo al quarto piano del civico 13, forse per motivi legati alla droga.

La polizia è intervenuta sul posto e mentre gli agenti cercavano di fermare il sospettato ed effettuare i rilievi del caso, gli abitanti inferociti li hanno aggrediti. La madre della vittima ha dichiarato: “Qui è nato e qui è morto. Fosse stato in carcere, sarebbe ancora vivo”. Per sedare gli animi sono intervenute le unità di pronto intervento usate dall’antiterrorismo. (Fonte ANSA)