Bologna, scontri tra polizia e antifascisti: carica e manganellate, 5 feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2018 15:12 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2018 18:06
Bologna, scontri tra polizia e antifascisti: carica e manganellate, 6 feriti

Bologna, scontri tra polizia e antifascisti: carica e manganellate, 6 feriti

BOLOGNA – Scontri in piazza Galvani a Bologna il 16 febbraio tra la polizia e i collettivi antifascisti. Un centinaio di manifestanti, tra studenti e giovani antagonisti, sono stati caricati dalle forze dell’ordine e allontanati dalla piazza dove si terrà la sera di venerdì un comizio del leader di Forza Nuova Roberto Fiore. Il bilancio è di cinque feriti durante le cariche che hanno respinto i manifestanti e il traffico è stato bloccato nella zona.

Quattro studenti sono rimasti feriti e sono dovuti ricorrere alle cure dei medici. Ferito lievemente anche un agente rimasto contuso nel parapiglia che si è creato, e alcuni altri studenti raggiunti dalle manganellate. La manifestazione prosegue e le strade del centro interessate alle iniziative sono state blindate, con numerosi mezzi delle Forze dell’ordine in tenuta antisommossa.

Dopo la carica il corteo si è fermato per alcuni minuti in via Farini, poi ha sfilato per la strade della città fino a raggiungere piazza del Nettuno e si è fermato davanti al Sacrario dei partigiani. Proprio dove, alle 17, è previsto un altro presidio organizzato da Cgil e Anpi, al quale hanno aderito anche numerosi esponenti di Pd e LeU.

Intanto la zona circostante a piazza Maggiore (sia piazza del Nettuno, sia piazza Galvani dove è in programma l’iniziativa di Forza Nuova sono adiacenti alla piazza principale di Bologna) è stata presidiata da numerosi mezzi blindati delle Forze dell’ordine, che stanno anche predisponendo barriere fisse per non fare entrare in contatto gli esponenti di Forza Nuova con le varie iniziative antifasciste.

(Video da YouTube/Agenzia Vista)