Amola (Bologna), scontro frontale tra due auto: 4 morti. Tra le vittime una bambina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Giugno 2020 7:35 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2020 15:47
Bologna, Ansa

Amola (Bologna), scontro frontale tra due auto: 4 morti. Tra le vittime una bambina (foto Ansa)

ROMA – C’è anche una bambina, una bambina di nove anni, tra le quattro vittime dell’incidente avvenuto nella tarda serata di ieri, sabato 6 giugno, sulla strada provinciale 568 ‘via di Crevalcore’, tra San Giovanni in Persiceto e Crevalcore, nella frazione di Amola (provincia di Bologna).

Tutto è avvenuto poco prima delle 22 quando due auto si sono scontrate frontalmente.

Per cause ancora da accertare, la Peugeot 106 guidata da un ragazzo tunisino di 21 anni (tre le persone a bordo, tutte morte), ha invaso la corsia opposta scontrandosi con una Bmw condotta da un 51enne di Crevalcore, rimasto ferito in maniera molto grave e trasportato all’ospedale Maggiore di Bologna.

Non ce l’ha però fatta la figlia della compagna che era in macchina con lui.

Un uomo di 69 anni che era seduto all’esterno di un bar, sulla via, è rimasto ferito, non gravemente, da alcuni frammenti che lo hanno colpito, ed è stato portato anche lui al Maggiore.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni i tre stranieri, residenti a Nonantola, nel Modenese, poco prima erano stati a bere proprio in quel bar e quindi erano appena saliti in macchina e ripartiti, quando c’è stato l’impatto.

La dinamica e quanto accaduto prima dell’incidente è al vaglio della Polizia locale Unione Terre d’Acqua, intervenuta sul luogo dell’ incidente insieme ai carabinieri di San Giovanni, al 118 con diversi mezzi di soccorso e ai vigili del fuoco. La strada per un periodo è stata parzialmente chiusa per rimuovere le auto, distrutte nello schianto.

Tra i primi ad arrivare sul posto anche il sindaco di San Giovanni in Persiceto, Lorenzo Pellegatti. Diverse le persone sconvolte, tra gli stessi avventori del bar e i soccorritori. Di quanto avvenuto è stata informata la Procura della Repubblica di Bologna. (Fonte: Ansa).