Cronaca Italia

Bologna: spaccia davanti alla scuola, il papà: “L’hashish glielo davo io”

marijuanaBOLOGNA – Si è difeso dicendo che la marijuana la procurava lui alla figlia, perché non voleva che frequentasse brutta gente come gli spacciatori. Poi però, ha anche aggiunto di non sapere che la figlia quella droga la vendesse a sua volta a scuola diventando così una baby spacciatrice. Padre e figlia, 42 e 18 anni, sono stati arrestati a Bologna. La ragazza è stata sorpresa davanti a un liceo cittadino, mentre cedeva una dose di marijuana. Quando i militari sono andati a casa per la perquisizione, il padre si è assunto la responsabilità di 40 grammi di hashish già confezionati.

La ragazza è stata notata lunedì mattina davanti alla scuola che frequenta, verso le 8. Un militare in borghese con un cane anti-droga al seguito l’ha vista mentre passava qualcosa ad un altro studente e ha allertato la pattuglia in divisa, poco distante. All’arrivo dei militari, la giovane, prima di essere bloccata, ha gettato in un cassonetto una piccola dose di sostanza, poi risultata marijuana. In seguito sono stati identificati anche due minori acquirenti che hanno confermato di aver acquistato da lei alcuni ‘spinelli’.

La perquisizione è scattata quando, a domanda, lei ha risposto che in casa aveva altra sostanza: in uno stipetto, non in camera sua, sono stati trovati circa 40 grammi di hashish, confezionati in involucri e un bilancino. Il padre, barista saltuario, ha riferito ai militari che era stato lui a procurarla, a farne uso, e ha spiegato anche di averla data alla figlia. In attesa della convalida il pm Antonello Gustapane ha disposto il carcere per l’uomo e i domiciliari per la 18enne.

To Top