Bologna, tenta suicidio dopo aver perso il lavoro: salvato dalla Polizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 luglio 2018 13:49 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2018 13:49
bologna suicidio polizia

Bologna, tenta suicidio dopo aver perso il lavoro: salvato dalla Polizia

BOLOGNA – La telefonata di addio fatta alla sorella poco prima di togliersi la vita ha permesso alla Polizia di sventare il suicidio di uomo di 42 anni, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] che la scorsa notte stava per impiccarsi in un garage condominiale alla periferia di Bologna.

All’origine del gesto estremo ci sarebbe, a quanto pare, la perdita del lavoro da parte dell’uomo, dovuta anche a motivi di salute. La sorella, che vive in un’altra città, ha ricevuto poco dopo le due la chiamata del fratello che le ha detto di volerla ‘salutare per l’ultima volta’. La Polizia, subito avvertita dalla donna, ha raggiunto l’abitazione, dove c’era la moglie: il coniuge, ha spiegato, era sceso in garage dicendo di dover fare alcuni lavoretti.

Gli agenti hanno raggiunto il garage, che aveva la saracinesca socchiusa, trovando l’uomo già in piedi su una scala, sotto una trave alla quale aveva legato un cappio. Il 42enne è stato tranquillizzato e affidato ai sanitari del 118, che lo hanno accompagnato in ospedale per accertamenti.