Bolzano, morta alpinista di 21 anni: scalava la parete nord della Presanella

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 ottobre 2014 19:52 | Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2014 19:53
Bolzano, morta alpinista di 21 anni: scalava la parete nord della Presanella

Bolzano, morta alpinista di 21 anni: scalava la parete nord della Presanella

BOLZANO – Una donna di 21 anni ha perso la vita in un incidente di montagna sul ghiacciaio della parete nord della Presanella, mentre un ragazzo di 17 anni è rimasto gravemente ferito.

I due, legati in cordata, stavano scalando una via classica su ghiaccio chiamata “Via del seracco“, quando, giunti all’uscita del tratto più difficile della parete (a circa 3500 metri di quota) dove la pendenza del seracco si addolcisce, sono stati investiti da una valanga che li ha trascinati già, facendoli cadere nel crepaccio terminale del ghiacciaio (a quota 3100 circa) il quale, a sua volta, è stato in parte coperto dalla neve.

Altre cordate presenti nella zona hanno lanciato l’allarme. Sul posto è giunto l’elicottero di Trentino emergenza con uomini del soccorso alpino della zona Val di Non-Sole, che si trovavano proprio in quel momento sul Tonale per un’esercitazione.

I soccorritori, che hanno operato in condizioni difficili, hanno immediatamente rintracciato un braccio del giovane emergere dalla neve che non lo aveva sepolto del tutto, permettendogli di respirare. Purtroppo la stessa sorte non è toccata alla compagna di cordata, la quale è stata completamente sepolta dalla neve e rintracciata dai soccorritori attraverso l’uso delle sonde e seguendo la corda. Il ragazzo è stato trasportato all’ospedale Santa Chiara con diversi traumi e in stato di ipotermia.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other