Bolzano: suore pregano per fedeli via internet

Pubblicato il 15 Marzo 2010 14:20 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2010 14:38

Per assicurarsi le preghiere delle suore, un tempo il fedele si doveva recare in chiesa e annotare le sue intenzioni in un grande libro. Ora basta spedire una mail comodamente da casa. Il servizio telematico di preghiera viene offerto dalle cistercensi del convento Giardino di Maria di Appiano, vicino a Bolzano.

“Preghiamo per Voi” si legge sul sito della diocesi di Bolzano e Bressanone, accanto una foto di gruppo delle suore. «A noi – spiega la badessa suor Irmgard Senoner – arrivano le mail senza i nomi, per una questione di tutela della privacy».

C’é chi chiede preghiere “per il coniuge in difficoltà, per i figli che hanno perso la strada della fede, per qualche familiare o persona cara che ha un grave problema di salute”. La badessa legge le mail alle sorelle durante le varie preghiere della giornata. Le intenzioni vengono anche appese su una bacheca.

La rivoluzione digitale è entrata quindi anche negli spazi inviolabili della spiritualità claustrale: la modernità non è necessariamente nemica della Fede. La preghiera “virtuale” allarga le prospettive di un’attività che sembrava estinguersi di fronte a ostacoli insormontabili come il calo verticale delle vocazioni e la secolarizzazione irreversibilie della società. Ora co un clic la rassicurazione di una preghiera ben recitata e il mantra positivo di un rosario possono esser diffusi serialmente. La novena della monaca finirà in hit parade.