Bolzano: gli ubriachi devono pagare l’ambulanza. La decisione è stata presa dalla Provincia

Pubblicato il 15 giugno 2010 13:37 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2010 17:40

Salire a bordo di un’ambulanza da ubriachi costerà 200 euro. La decisione è stata presa dalla Provincia di Bolzano. L’ente locale ha deciso di eliminare l’abuso di alcol dai casi per cui si ha diritto al trasporto gratuito nei mezzi di soccorso. Tutti coloro che avranno un tasso alcolemico superiore al 1,5 per mille, dovranno quindi pagare i costi dell’ambulanza.

Luis Durnwalder, presidente della Provincia ha detto: «I medici del pronto soccorso ci riferiscono che, nei fine settimana, dopo una certa ora, è ormai normale che arrivi un numero elevato di ubriachi. Capita spesso che un ubriaco, dopo una festa, chiami un’ambulanza. Finora la spesa ricadeva sui contribuenti, ma non è giusto. Chi beve e chiede aiuto, deve anche partecipare alle spese. Chi ha soldi per l’alcol, ne ha anche per le cure». Mario Costa, presidente onorario della Società italiana di Medicina dei Servizi, ha espresso soddisfazione per questa decisione: «È una misura che serve a prevenire l’abuso. Il 118 viene utilizzato troppo spesso per situazioni che non sono di sua competenza. Gli abusi sottraggono risorse per le emergenze vere».

Parzialmente d’accordo invece Peter Koler, psicologo e pedagogista, responsabile del “Forum prevenzione” di Bolzano. Ha infatti detto: «Per chi esagera con l’alcol, ad esempio, durante una festa, il pagamento delle spese di soccorso potrebbe essere una misura pedagogica. Bisogna, però differenziare tra i casi; l’alcolismo è una malattia che crea dipendenza e fa perdere il controllo, non semplicemente la conseguenza di una cattiva volontà».